Perché chiamare la seconda parte di Dragon Ball con il suffisso Z e non un semplice 2" è stato argomento di polemiche che hanno fatto il giro del mondo a cominciare da alcuni articoli pubblicati sulle riviste inglesi, quindi su quelle spagnole e,  infine, su quelle italiane

In realtà si è trattato di un grave errore, ha spiegato Toriyama di recente in una intervista posta su di uno dei "famigerati" ed introvabili 7 libri di illustrazioni di Dragon Ball da poco usciti nel nostro Paese; in origine ci sarebbe dovuto essere un bel "2" a terminare la titolazione della seconda saga di Dragon Ball ma, per errore, qualcuno, allo Studio Bird, invertì quel due scritto malamente a matita su di un fogliaccio da fotocopia per una Z e creò un bellissimo logo (quello utilizzato dai ragazzi di Realtà Virtuale come titolo del loro speciale Dragonball 1996) che piacque a tutti.


Toriyama motivò al mondo in questo modo: "Il suffisso "Z" sta ad indicare che i guerrieri che combattono in Dragon Ball hanno a questo punto raggiunto il culmine del potere esistente e non possono andare oltre; sono oramai super guerrieri potentissimi che non hanno rivali, e per questo motivo si palesa il suffisso "Z",per significare che oltre non esiste niente .