Questo è uno dei casi in cui la fantasia diventa realtà. In 11 città degli Stati Uniti, alcuni negozi della catena 7-eleven, in una mossa di marketing congiunto con la Fox, si trasformeranno in dei veri e propri JetMarket (nella versione inglese Kwik-E-Mart), come nel cartone animato I Simpson, per promuovere tra le altre cose l’uscita del film dei Simpson (prevista per il 27 Luglio).

Verrà cambiato tutto l’arredamento del negozio, l’insegna, e verranno persino installati dei meccanismi animati per riprodurre esattamente il negozio di Apu in ogni dettaglio.

La 7-11 gestisce una rete di 6000 negozi in tutti gli stati uniti, che - come dice il nome - fanno orario continuato e prolungato. Matt Groening il creatore dei simpson si era ispirato alla figura di Apu, 20 anni fa, proprio visitando uno di questi negozi a Los Angeles, sono infatti parecchie le similitudini tra la catena e il kwik-e-mart iniziando dalla macchina che fa beveroni dolci, gli Squishee, chiamati nella traduzione italiana SuperSlurp.

La catena americana, gestita in gran parte proprio da imprenditori di origine indiana (la cui maggioranza non si è comunque detta affatto offesa, ma anzi divertita, dallo sfruttamento di questo luogo comune venderà prodotti che i consumatori avevano sempre cercato, e mai trovato, come i cereali per la prima colazione KrustyOs (una sorta di presa in giro dei Cheerios), la Buzz Cola e i beveroni Squishees, che nei negozi originali si chiamano invece Slurpees.

La birra Duff invece è stata ritenuta non adeguata considerato il pubblico di ragazzi a cui è indirizzata l’iniziativa.

Gli 11 negozi “modificati” sono stati aperti nelle principali città degli states, tra cui Chicago, Dallas (in una foto di associated press qui nell’articolo), Las Vegas e Los Angeles, e uno in Canada, ma tutti i 6000 e passa negozi dell’intera catena venderanno i prodotti “Simpson”.