La crescente diffusione di internet e dei mezzi di pagamento elettronici ha favorito lo sviluppo di casinò online Si tratta di un mercato in forte crescita tanto che nella finanziaria 2006 (Legge 266/2005 artt. 535-536), a protezione dei cittadini, è stata inserita una norma per bloccare l'accesso da parte degli utenti italiani ai siti web che ospitano dei casinò online

Sono stati quindi oscurati migliaia di casino on line, cercando di limitare l'accesso ai giocatori italiani obbligando i provider internet a reindirizzare (redirect) il dominio del casino su una pagina dei Monopoli di Stato.

Il Poker "on line" quindi giocato da casa tramite internet e' stato invece inserito nella Finanziaria 2007 quale gioco lecito, in quanto considerato gioco di abilità e non d'azzardo. Lo si può giocare esclusivamente nella modalità "Texas Hold'em" chiamata in Italia "Poker Sportivo" nei siti dei Concessionari con regolare licenza per la raccolta telematica del gioco collegati ai Monopoli di Stato e previa registrazione personale ed attivazione di un conto di gioco univoco.