Prima la MiTo, seconda la Delta, battuta allo sprint nella votazione per l'autovettura d' Europa 2009: i nuovi modelle del lingotto, quelli chiamati a guidare la riscossa dei marchi Alfa Romeo e Lancia. MiTo aprirà nuovi orizzonti, rispettoa quelli abituali, rivolgendosi ad un pubblico molto più vasto rispetto alla tradizionale clientela. La Mito, che va ad occupare il settore delle coupè compatte e sportive, in cui la casa di Arese ha primeggiato negli scorsi decenni. La Mito è motorizzata al lancio da 2 benzina (1400 da 78 e 155 cv) e un diesel JTD 1600 da 120 cv, negli allestimenti Junior, Junior Sport Pack, Progression, Distinctive, Distinctive Sport Pack, Distinctive Premium Pack. La Mito segna il ritorno di Alfa Romeo nella categoria delle coupè compatte. E questo è un ritorno in grande stile con un auto dalle linee giovani e frizzanti, con un design accattivante e sbarazzino, che di sicuro strizza l'occhio ai giovani e ai neopatentati.

Ma la nota più importante nell'abitacolo della Mito è la presenza dell'Alfa Mito D.N.A: un selettore vicino al cambio che dà la facoltà di cambiare la dinamica della vettura in base allo stile di guida. 3 sono le combinazioni possibili: Dynamic (esperienza sportiva completa e divertente), Normal (tutti i componenti elettronici della vettura sono attivati in configurazione normale), All Weather auto più controllabile anche su fondi a bassa aderenza, utile in caso di pioggia.