Durante i 7 anni di .ita i restyling esterni furono molto limitati, e poche modifiche vennero portate alla gamma dei motori, arrangiati alle norme anti-inquinamento. Tra le versioni particolari prodotte si segnalano la Sporting del 1994, con una preparazione sia estetica che meccanica più sportiva, la Suite, contraddistinta da un allestimento più ricco e raffinato, ed un modello alternativo, la Electra, prodotta in piccola serie e attrezzata con motore elettrico, che riduceva però l'abitabilità a soli due posti a causa del notevole ingombro delle batterie.

La versione Sporting, maneggevole e scattante, fù famosa per le sue prestazioni grintose, favorite da una buona potenza su di un corpo vettura leggero.
Altre caratteristiche tipiche di questa versione erano i cerchi in lega, gli stessi della Fiat Uno Turbo I.E., e le sospensioni, irrigidite e ribassate rispetto alle versioni 700 e 900. Esteticamente si distingueva dalle versioni normali per una gamma colori più vivace e vistosa e per alcuni particolari interni, come il volante ed il pomello del cambio rivestiti in pelle nera, i sedili sportivi e le cinture di sicurezza rosse.
 
Caratteristica singolare era anche la rumorosità del motore che nelle forti accelerate diveniva "rabbiosa" e contribuiva ad esaltare il divertimento di guida. La Sporting si prestava inoltre molto bene ad elaborazioni di meccanica e carrozzeria (tuning). Questo mix di fattori, uniti ad un prezzo non molto alto, contribuì a decretarne il successo tra i più giovani amanti della guida sportiva.

La produzione venne interrotta nel 1998 con l'introduzione del nuovo modello leggermente più grande, la Fiat Seicento.