E' molto "cattiva", si spande velocemente e viene dall'Australia. E' questo l'identikit della nuova influenza, che in Europa rischia di contagiare una persona su quattro. L'epidemia della stagione invernale sarà più intensa rispetto agli anni scorsi e con un numero maggiore di casi, poiché determinata da tre virus "completamente nuovi con, in particolare, un nuovo ceppo molto virulento in arrivo dall'Australia".

Ad affermarlo sono gli esperti riuniti per la terza Conferenza europea sull'influenza, che avvertono che quest'anno sarà ancora più decisivo vaccinarsi. Gli epidemiologi approfittano dell'occasione per mettere in guardia i governi da un altro rischio in quanto la prossima pandemia è incombente e i sistemi sanitari rischiano di farsi cogliere di sorpresa.