Il prelievo consiste nell'asportazione di una losanga di cuoio capelluto dalla regione occipitale, i cui bulbi saranno miniaturizzati grazie al lavoro di infermiere specializzate.
Occupa una breve parte dell'atto chirurgico circa 15-20 minuti; la sutura del cuoio capelluto non dà luogo a problemi di cicatrizzazione e il paziente a fine intervento avrà una leggera sensazione di tensione in regione occipitale e nulla più. Il prelievo è direttamente proporzionale al numero di capelli che si intende trapiantare; è da anni ormai che si preferisce prelevare il numero di centimetri quadrati necessario per l' intervento Oggi il posizionamento degli innesti avviene con uno strumentario e una tecnica molto delicata e la sopravvivenza si avvicina al 100%.
Esistono diverse tecniche di inserimento e le due più diffuse ed efficaci prevedono l'inserimento di coppia

La più diffusa tecnica di impianto dei capelli è attraverso il posizionamento della singola unità follicolare all’interno dei micro fori precedentemente preparati. La porzione impiantata è di circa 1mm di diametro e corrisponde esattamente al diametro del foro ricevente. Questo permette una guarigione quasi immediata e senza cicatrici. Il risultato dopo le sedute necessarie sarà naturale e con una desnità ottima e di molto superiore a quella tradizionale.