Microsoft inizia lo sviluppo dell'Interface Manager (successivamente rinominato Microsoft Windows) nel settembre del 1981 ma l'interfaccia viene subito modificata, nel 1982, per utilizzare i menu a tendina, come utilizzava già Xerox Star. Microsoft annuncia ufficialmente Windows nel novembre 1983 con una interfaccia grafica semplice da utilizzare e supporti multifunzionali.

Tuttavia, lo sviluppo fa ritardare parecchi mesi e Windows 1.0 ha successo solo nel novembre 1985 ma la scelta degli applicativi è scarsa e quindi ha poco successo La versione 2.0, lanciata nell'autunno del 1987, fornisce significanti miglioramenti come l' aggiunta di icone e sovrapposizione di finestre: E' così che diventa presto un'ambiente vitale per lo sviluppo delle maggiori applicazioni (come Excel, Word, Corel Draw, Ami, PageMaker e Micrografx Designer).

Nel tardo 1987 Microsoft realizza Windows/386 che, a differenza del fratello 286, si propone di utilizzare molteplici applicazioni DOS simultaneamente nella memoria estesa. La versione 3.0, realizzata nel Maggio del 1990, è una completa revisione dell'ambiente standard. Con la memoria equivalente a oltre 640K e un'interfaccia più potente, le software house iniziano a sviluppare le applicazioni compatibili con maggiore energia

La potenza delle nuove applicazioni favorisce a Microsoft la vendita di oltre 10 milioni di copie facendo di Windows il miglior best-seller della storia dei computer. La versione 3.1, prodotta nell'aprile del 1992, porta importanti miglioramenti tanto che, nei suoi primi due mesi sul mercato ne vengono vendute oltre 3 milioni di copie.Microsoft Ufficialmente lancia XP il 25 Ottobre 2001.

XP è totalmente un nuovo tipo di sistema operativo per il consumatore. Esso contiene 32-bit e i driver provengono da NT e 2000. Naturalmente ha tonnellate di nuove configurazioni che non aveva la precedente versione ma comunque non ignora il passato vecchio DOS e i programmi fino ad ora utilizzati sono ancora funzionanti. XP arriva in 2 gusti: Home e Professional.

Adesso è il momento per Vista (noto in un primo momento con il nome in codice Longhorn) che, con i suoi 37.800 file, raggiunge una dimensione totale di oltre 10 GB. Le aspettative per Microsoft sono molto alte, tanto che lo descrive come la più grande rivoluzione di Windows dai tempi del 95