Nonostante sia oggi molto dinamica e attiva, Helsinki ci appare ancora come la capitale del buon tempo andato; accogliente e relativamente piccola (infatti si può girare ovunque anche a piedi) deve il suo fascino, più che ai monumenti e ai begli edifici, al meraviglioso ambiente naturale che la circonda. I numerosi parchi e le spiagge la rendono assai gradevole specialmente d'estate (quando per la sua latitudine il chiarore del giorno dura fino alle 11 di sera);
 
bisogna camminare lungo le strade alberate e tra le betulle in queste luminose notti estive per essere conquistati dal fascino discreto della città.

 In inverno, invece, sono freddo e neve a farla da padroni, ma nonostante la diffusa piaga dell'alcool, Helsinki continua a colpire il forestiero per l'ordine tranquillo e l'efficienza sociale e dei servizi i finnici hanno imparato da tempo a convivere con certe temperature, e chi al loro posto non alzerebbe qualche volta il gomito?