Vienna è la capitale dell’Austria, essa si sviluppa nella parte orientale della nazione al confine sia con la Slovacchia che con l’Ungheria
Lo sviluppo urbano della città avvenne in due momenti differenti, tanto da tollerare all’agglomerato urbano di spandersi in maniera regolare e geometrica, ingrandendo il suo perimetro seguendo dei cerchi concentrici. Stabilita la pianta della città, Vienna divenne un importante centro economico e commerciale durante il medioevo, conosciuta soprattutto per la sua attività di porto fluviale, che determinò l’aumento demografico della popolazione, che portò al conseguente titolo di “Capitale” a Vienna.

Poi iniziarono le prime costruzioni di monumenti portando, in un primo momento l arte gotica, poi quella rinascimentale, nelle vie della città. Disgraziatamente però, anche Vienna, come tutte le città europee, cadde sotto la giurisdizione di numerose potenze, tra cui gli ungheresi e i turchi che per un periodo, portarono via il titolo di “Capitale” alla città. Solo grazie all’aiuto dei polacchi, che estromisero gli invasori dalla città, Vienna poté gioire di un periodo di pace nel quale, fra seicento e settecento, fiorirono le prime costruzioni architettoniche in stile barocco e rococò, e si sviluppò l arte per la musica messa in contrasto con quella parigina, è infatti qui a Vienna che si formarono musicisti del calibro: Mozart, Schubert, Beethoven, Haydn e tanti altri.